Gemellaggi Solidali in Grecia e volontari in azione: profili, attività, proposte

Chi sono i volontari che vengono in Grecia e partecipano ai progetti del programma Gemellaggi Solidali? Una breve scheda riassuntiva sulle attività da svolgere ad Atene,  dal progetto della Neos Kosmos Social House, alle tante attività in sostegno dei profughi arrivati in Grecia in collaborazione con la Caritas Hellas.

Tanti sono i volontari, un’ottantina, che faranno servizio e animazione in Grecia, in particolare ad Atene, nel corso di quest’estate fino al 30 settembre 2016; un numero tuttavia soggetto a cambiamenti, date le continue richieste di volontariato da parte di gruppi o di singole persone per il periodo estivo. Il profilo dei volontari è vario, anche se nella maggior parte dei casi si tratta di volontari singoli, che si sono messi a disposizione tramite le loro Diocesi di provenienza, in particolare Udine, Gorizia, Roma, Brescia, Bergamo, Reggio Emilia, Caltanissetta, Pistoia, Lamezia Terme, Senigallia, di cui quattro sono già attive nel programma Gemellaggi Solidali (Udine, Gorizia, Caltanissetta, Lamezia Terme).

Il periodo di permanenza e di svolgimento delle attività da parte dei volontari ad Atene è in media di 10 giorni, anche se ci sono eccezioni con proposte di servizio di lungo periodo, all’incirca di un mese, con possibilità di rinnovo.

Per quanto riguarda il tipo di coinvolgimento del volontario/gruppo, viene innanzitutto stabilito un piano di attività personalizzato, concordato con il volontario stesso prima del suo arrivo e strutturato sulla base delle sue competenze, attitudini e proposte, al fine sia di valorizzare il più possibile le abilità e di metterle a frutto nel modo più adeguato.

L’esperienza di servizio può essere improntata su varie di attività, da svolgersi presso la struttura di Neos Kosmos e in altre opere segno della Caritas (Centro Rifugiati di Caritas Atene, Hotel gestito da Caritas Hellas, centro diurno di Caritas Hellas; comunità parrocchiali di Atene) o presso altre organizzazioni di aiuto ai rifugiati e ai greci in situazione di povertà.

Per quanto riguarda le attività relative a Neos Kosmos, consistono in momenti di animazione rivolti sia agli accolti della Neos Kosmos Social House, che alle strutture appartenenti alla Chiesa Armena, e organizzate anche in collaborazione con questa. Il volontario può essere coinvolto in attività di animazione per bambini (laboratori creativi, gite al parco o al mare, giochi, grest), o  momenti di formazione rivolti sia ai bambini che agli adulti (lezioni di inglese e di matematica; seminari sull’Europa; corsi di cucina); ed è inoltre invitato a partecipare ai momenti comunitari della casa, come ad esempio la cena settimanale organizzata insieme agli ospiti di Neos Kosmos e aperta anche ad esterni.

La proposta di volontariato vuole dare la possibilità al singolo volontario o al gruppo di inserirsi e conoscere nel modo più ampio possibile il contesto greco, soffocato da una doppia crisi, economica e dei profughi, che ha stretto in una morsa una società greca sempre più in difficoltà.

In tal senso, vengono offerte da un lato varie attività pratiche per favorire la partecipazione sociale, dall’altro l’opportunità di approfondire la conoscenza del contesto greco anche attraverso occasioni di turismo solidale. In particolare sono proposti momenti di incontro con la comunità locale, testimonianze e visite ai luoghi e quartieri simbolo di Atene (non solo a carattere storico ma anche di rilievo sociale), anche in collaborazione con altre associazioni locali.